1. Aziende e Regioni

    Meridiano Sanità/ L'Italia primeggia in salute, ma per salvarsi servono prevenzione e innovazione

    di Barbara Gobbi

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Coniugare innovazione e prevenzione: questa la ricetta che l'Italia deve subito adottare se vuole mantenere livelli di sostenibilità del Ssn e conservare il primo posto in Europa per stato di salute della popolazione. Proposte, stime e classifiche nel XIII Rapporto Meridiano Sanità. Il Report

    Aggiungi ai Preferiti
  2. — Analisi

    di Luca Pesenti *

    Aziende e Regioni

    Povertà sanitaria, quali tutele mettere in campo con un Ssn in affanno

    di Luca Pesenti *

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Lo sviluppo della sanità contrattata, ma ancora di più quello di un possibile ritorno in scena di uno strumento antico come la mutualità, rappresentano le due basi su cui rafforzare un secondo pilastro in sanità il più possibile inclusivo delle fasce più deboli. Anche integrando in modo strutturale quell’insieme di ambulatori e centri di dispensazione farmaceutica che gestiti dal variegato mondo del volontariato

    Aggiungi ai Preferiti
  3. Dal Governo

    Il 7° Healthcare Summit de «Il Sole 24 Ore» a Roma il 20 novembre 2018. Diretta streaming su Sanità24

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Torna a Roma, il 20 novembre prossimo, l'Healthcare summit de Il Sole 24 Ore, presso la sede Roma Eventi Fontana di Trevi. Tra i temi: le sfide del Servizio sanitario nazionale tra universalismo, innovazione e sostenibilità alla luce della Manovra 2019, le sinergie tra Health Tech e Pharma e la digitalizzazione dei processi per un’assistenza 4.0 tra ospedali e territorio

    Aggiungi ai Preferiti
  4. Manovra, Corte dei Conti: «Profilo di spesa stringente» per le priorità in agenda
    Dal Governo

    Manovra, Corte dei Conti: «Profilo di spesa stringente» per le priorità in agenda

    di Rosanna Magnano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Molto è stato fatto per eliminare le inefficienze del Servizio sanitario nazionale ma i nodi da sciogliere, centrali e strategici, sono ancora molti: in primis, riforma della compartecipazione dei cittadini, nuova governance farmaceutica e rinnovi contrattuali. E rispetto a queste priorità e alla luce del contesto demografico e di spesa delle famiglie - in salita di un miliardo tra il 2016 e 2017 - il profilo previsto per la spesa sanitaria e il contributo al fabbisogno garantito dallo Stato «sono senza dubbio molto stringenti» e servono «scelte importanti». L'audizione della Corte dei Conti di fronte alle Commissioni riunite Bilancio della Camera e del Senato

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Povertà sanitaria, la mancata prevenzione fa lievitare la spesa per  farmaci
    Aziende e Regioni

    Povertà sanitaria, la mancata prevenzione fa lievitare la spesa per farmaci

    di B. Gob.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Cresce la povertà sanitaria ed emerge con prepotenza un paradosso: le famiglie più povere, quelle che fanno meno prevenzione, sono portate a spendere in farmaci il 14% in più dei non indigenti. Il punto e le proposte nel Rapporto 2018 della Fondazione Banco farmaceutico onlus. Il Report

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Dal Governo

    Manovra/ Caparini (Regioni): «Il miliardo per il 2019 sia svincolato dal nuovo Patto salute»

    di Barbara Gobbi

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Le Regioni in audizione davanti alle commissioni Bilancio riunite chiedono che il miliardo di aumento del Fsn confermato per il 2019 non sia vincolato alla stipula del nuovo Patto salute e che il termine per l'accordo limitato al 2020-21 sia spostato a fine giugno prossimo. Poi: priorità a borse di studio e sblocco assunzioni. Il documento integrale delle Regioni con le proposte emendative e le slide

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Dal Governo

    Morbillo e formiche

    di Rosanna Magnano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Un'epidemia di morbillo a Bari, generata - pare - dal caso di una bimba per la quale «mamma e papà», che qualche mese fa il vicepremier Salvini aveva indicato come gli unici e soli a dover decidere della salute della propria prole, avevano stabilito che la cosa più giusta da fare era di non procedere al vaccino. E poi formiche sul corpo di una paziente intubata,all'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Cose che capitano. In un Paese del G7, settima potenza mondiale. Tutto sotto controllo

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Morbillo, Simit: «Inaccettabile non garantire adeguata protezione. Vaccinare subito operatori sanitari»
    Lavoro e Professione

    Morbillo, Simit: «Inaccettabile non garantire adeguata protezione. Vaccinare subito operatori sanitari»

    di Ro. M.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Quasi tutti gli italiani colpiti da morbillo nel 2018 (2.295 casi) non erano mai stati vaccinati. A ricordarlo è la Simit, Società italiana di malattie infettive e tropicali. «È inaccettabile che si continui a non garantire un'adeguata protezione», dichiara Massimo Galli, presidente Simit a nome dell'intero Consiglio di Presidenza, commentando l'esplosione del focolaio barese in questi giorni. «Ogni caso di morbillo - spiega - è potenzialmente in grado di causare 16-18 casi secondari. È quindi assolutamente inaccettabile che un operatore sanitario non sia protetto e di conseguenza non protegga i suoi assistiti»

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Blockchain e cartella clinica tra sicurezza e trasparenza
    Lavoro e Professione

    Blockchain e cartella clinica tra sicurezza e trasparenza

    di Carlo Buonamico

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Che cos’hanno in comune le criptovalute e la sanità? Il denominatore comune tra bitcoin, cartelle cliniche e farmaci si chiama blockchain. Una parola inglese che letteralmente significa “catena di blocchi” e che nella realtà consiste in un registro di dati. Database condivisi e decentralizzati, dove tutti gli utenti autorizzati possono operare e vedere in tempo reale le modifiche a carico dei contenuti del database stesso. Però senza poter annullare le modifiche già effettuate sui dati precedentemente inseriti. Un po’ come una scatola nera, che non consente di manipolare i dati. Da un lato sicurezza, dall’altro trasparenza

    Aggiungi ai Preferiti
  10. Lotta all'antibiotico resistenza, Ecdc: infermieri centrali nella prevenzione
    Lavoro e Professione

    Lotta all'antibiotico resistenza, Ecdc: infermieri centrali nella prevenzione

    di Ro. M.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    L'infermiere, il professionista sanitario a più stretto contatto con il paziente, ha una ruolo centrale nella lotta all'antibiotico-resistenza. Per questo, alla vigilia della settimana di sensibilizzazione (12-18 novembre) l'Ecdc - Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie - ha predisposto una lettera da inviare agli infermieri che nel quadro dell’ampio sforzo messo in campo a livello europeo per mantenere l’efficacia degli antibiotici sollecita il sostegno del singolo professionista «nella lotta all’allarmante crescita della resistenza agli antibiotici»

    Aggiungi ai Preferiti
  11. Convention Fiaso/ Per salvare il Ssn priorità a capitale umano e innovazione. Ecco il decalogo dei manager
    Lavoro e Professione

    Convention Fiaso/ Per salvare il Ssn priorità a capitale umano e innovazione. Ecco il decalogo dei manager

    di Ro. M.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Investire sul capitale umano e sull'innovazione, con un fondo extra Fsn da 5 mld, per salvare il Ssn. Puntando sulla gestione centralizzata dei big data sanitari. Sono alcune delle proposte contenute nel decalogo per il rilancio del nostro Ssn, presentato dal Presidente della Federazione di Asl e Ospedali (Fiaso), Francesco Ripa di Meana nel corso della Convention Fiaso del management sanitario, che si è chiusa oggi a Roma

    Aggiungi ai Preferiti