In Parlamento

La settimana in Parlamento dal 5 al 9 agosto

Mentre il dibattito politico si infiamma dopo la conferma della condanna di Berlusconi, il Parlamento si appresta a vivere l'ultima (forse) settimana di passione.

Il decreto del Fare, che scade il 20 agosto, resta in primo piano: l'aula del Senato sarà impegnata a votare le modifiche al testo per ritrasmetterlo alla Camera. L'assemblea di Montecitorio, dal canto suo, deve approvare il Dl Iva-lavoro e lo "svuotacarceri" nella versione modificata dalla commissione Giustizia . Lunedì avvierà anche la discussione generale sui provvedimenti in materia di stop al finanziamento pubblico ai partiti (si partirà dal testo base del Governo perché la commissione non ha dato il mandato al relatore), di omofobia e di diffamazione a mezzo stampa. È atteso in settimana anche il via libera al Dl svuotacarceri, nella versione modificata dalla commissione Giustizia. Che quindi dovrà tornare al Senato.

Pochi i testi sanitari all'esame delle commissioni ma spicca il parere sul nuovo Isee : la discussione è prevista martedì anche alla Affari sociali, che lunedì sarà invece impegnata sul parere sul Dl lavoro e Iva, in scadenza il 27 agosto e vicino all'approvazione definitiva. Mercoledì, in sede referente, i deputati della XII riprenderanno l'esame del testo unificato in materia di donazione del corpo post mortem a fini di studio e di ricerca scientifica. Nel pomeriggio sono previsti prima il comitato ristretto sui provvedimenti per l'indennizzo ai danneggiati da talidomide e poi l'ufficio di presidenza con i rappresentanti dei gruppi per la messa a punto del programma dei lavori da settembre a novembre.

Alla Igiene e Sanità del Senato continua martedì l'esame in referente dei tre Ddl incardinati questa settimana : autismo, medicine non convenzionali e malattie rare. Mercoledì sarà invece la volta dell'esame in referente dei disegni di legge su Ordini e professioni sanitarie e dell'audizione del presidente dell'Istituto superiore di sanità, Fabrizio Oleari.

l