In parlamento

Manovra 2015: 19 emendamenti per la sanità.Anche ex dirigenti a costo zeroE altri 380 mln in tre anni per i farmaci inovativi

Dall'omeopatia all'assistenza ai disabil allo stop alle gare pubbliche per la
fornitura dei dispositivi per l'automisurazione della glicemia. Passando anche per la nomina dei Dg. Sono 19 gli emendamenti in materia sanitaria ammessi al voto della commissione Bilancio della Camera sulla legge di Stabilità 2015. Niente si dice del tagli-non taglio alle Regioni: sarà materia di trattativa di Palazzo Chigi con l'Economia. Forse arriverà alla prossima settimana, ha detto Sergio Chiamparino.
Tariffe fino a mille euro al peggio per gli omeopatici: che pagheranno circa 8 milioni rispetto agli oltre 70 che avrebbe fatto pagare loro l'Aifa, e che riusciranno così anche a tenere sul mercato i prodotti altrimenti esclusi dal 2016. Questo con un emendamento anunciato della commissione Affari sociali. E poi ecco, tra i 19 emendamenti alla manovra 2915 scremati e che rimangono in pista in materia sanitaria, quello sulla scelta dei Dg presentato come prima firmataria da Nunzia De Girolamo (Ncd, ex ministra dell'Agricoltura e compagna di partito della ministra della Salute): nomina per sorteggio da un elenco di «idonei» che può essere regionale o interregionale, costituito dopo un bando e una selezione fatta da una commissione di esperti istituita dalla stessa Regione. Spicca ancora l'obbligo per l'Aifa, entro 30 giorni dall'entrata in vigore della manovra (dunque entro fine gennaio), di prevedere il rimborso dei farmaci innovativi o di «eccezionale rilevanza terapeutica», in particolare quelli per l'epatite C per i quali sia stato raggiunto un accordo con le industrie farmaceutiche. Aumenteranno le risorse: 50 mln in più nel 2015, 140 nel 2016 e 190 dal 2017.
Ingressi a costo zero per tre anni. Arriva infine in tempi di austerity la possibilità a costo zero per tre anni per le aziende ospedaliere e ospedaliere universitarie, di avvalersi di pensionati con livello dirigenziale che abbiano grande esperienza nel settore informatico applicato alla sanità. Obiettivo: migliorare l'erogazione dei Lea e il monitoraggio delle cure.