Notizie Flash

A "Capalbio Salute" riflettori accesi su pelle e dieta per una medicina "della persona"

Fare informazione sulla salute badando alla persona nel suo complesso: è questo lo spirito di "Capalbio Salute", in programma nella perla della Maremma il 16 e il 17 agosto alle 21 nella bellissima piazza Magenta.

Curata dalla giornalista Isabella Mezza, inviata Rai e conduttrice di Tg3 Salute Informa, la manifestazione si snoda lungo due temi: il primo è "Pelle d'arte - Linee, forme e colori: la pelle da interpretare", il secondo è "Dieta: futile tendenza o utile scienza?". Ogni serata sarà introdotta dalle favole di Leonardo Da Vinci in danza curate dalle ballerine fiorentine Ilaria Tinacci e Silvia Grassellini.

«La scelta non è causale», dice Mezza. «Il riferimento a Leonardo vuole richiamare la necessità di un approccio diverso alla salute, attento al benessere della persona nel suo complesso». Una visione olistica che recuperi all'etica tanto la medicina quanto l'informazione.

Pelle e alimentazione sotto i riflettori, dunque: entrambe specchio come nient'altro della salute considerata in una dimensione integrata. Alla prima serata interverranno Franco Cracolici, direttore della scuola di agopuntura tradizionale di Firenze, il dermatologo Idi Massimo Papi e l'allergologa Idi Lia Pirrotta. Il direttore scientifico dello Spallanzani di Roma parlerà di infezioni e affezioni. Per la seconda serata sono invece attesi Stefania Dalfrà, farmacista del ministero della Salute, Adele Fabrizi, psicoterapeuta dell'Istituto di sessuologia clinica, Manon Khazrai, docente di nutrizione al Campus biomedico, e Maurizio Muscaritoli, del dipartimento di medicina clinica della Sapienza.

«Bisogna riappropriarsi di un metodo comunicativo differente», conclude Mezza. «La pelle si può interpretare, si può leggere. E la dieta non va considerata un capriccio. Il nostro corpo deve essere ascoltato e curato nel suo insieme».