Notizie flash

Emergenza-urgenza. Si apre oggi l’11° congresso Siared

“Percorsi di cura tra innovazione, tradizione e consuetudini. Diagnosi e trattamento del paziente dall'emergenza all'alta specialità” è il titolo dell’11° Congresso Nazionale SIARED – Società Italiana di Anestesia Rianimazione Emergenza e Dolore collegata all'AAROI-EMAC – che ha preso il via oggi a Riva del Garda e si concluderà tra due giorni, il 13 maggio.
L’ appuntamento avrà al centro della scena il Paziente attraverso l'approfondimento dei percorsi di cura rivolti a garantirgli un'adeguata assistenza clinica in tutti gli ambiti in cui l'Anestesista Rianimatore ha un ruolo centrale: in Sala Operatoria così come in Rianimazione e nelle Terapie Intensive, oltre che nei Centri per il trattamento del Dolore, nei Centri di Terapia Iperbarica, e nelle Strutture dedicate all'Emergenza intra ed extra-ospedaliera.
Per l'occasione è stata realizzata e lanciata la APP MySIARED, disponibile per iOS e Android, da cui visualizzare tutte le informazioni prima, durante e dopo il Congresso e da cui sarà possibile approfondire le relazioni al termine di ogni sessione.
«La tempestività e l'adeguatezza della Diagnosi e della Cura – afferma Adriana Paolicchi, Presidente SIARED - sono il fulcro di percorsi multidisciplinari volti a garantire omogeneità di trattamento per le patologie “critiche”, in cui la presa in carico precoce del Paziente avviene a partire dal Territorio per proseguire fino ai Centri di Alta Specialità.
Le sfide quotidiane nell'organizzazione dei percorsi di diagnosi e cura scientificamente e tecnologicamente avanzati si presentano oggi – prosegue Paolicchi –, oltre che nel segno dell'innovazione organizzativa, con una rinnovata attenzione verso il necessario rispetto dell'autonomia e della dignità della persona malata, verso l'appropriatezza e la razionalizzazione nell'utilizzo delle risorse a disposizione, e verso l'umanizzazione delle cure, argomenti che, in particolare, sono al centro della Sessione inaugurale del Congresso».

Gli altri temi, che saranno sviluppati in 12 Sessioni e 4 workshop con la possibilità di arrivare fino a 23 Crediti ECM, sono dedicati alle nuove sfide in anestesia e rianimazione, nella medicina perioperatoria, agli sviluppi della rete ospedaliera e territoriale nell'emergenza-urgenza, con un coinvolgimento in prima persona dei diversi protagonisti dell'elisoccorso, del soccorso in mare, della terapia iperbarica e delle maxiemergenze. In programma anche gli approfondimenti sulla Medicina del Dolore, con particolare attenzione verso il dolore postoperatorio e il dolore da parto, il ruolo dell'Ecografia per l'Anestesista-Rianimatore, la Sicurezza nell'attività clinica nei luoghi di lavoro, gli Highlights in Anestesia Toracica, ALR, Anestesia Pediatrica, con ampio spazio anche per i migliori lavori presentati come Poster.
«Il Congresso di Riva del Garda – afferma Alessandro Vergallo, presidente AAROI-EMAC – è un evento formativo di alto profilo, in cui esperti del settore porteranno il proprio contributo per fare il punto della situazione attuale, ma soprattutto per aprire lo sguardo alle sfide del futuro. Un'occasione di confronto e di scambio culturale, non soltanto scientifico, per tutti gli anestesisti rianimatori e per i loro colleghi dell'emergenza e dell'area critica, in particolare per le nuove generazioni. L'appuntamento congressuale – aggiunge Vergallo – affronterà anche tematiche oggi più che mai emergenti, con implicazioni di primaria importanza, oltre che sull'organizzazione del lavoro, in termini di sicurezza delle cure e di prevenzione del rischio clinico e professionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA