Notizie flash

La proposta: profumi e fragranze banditi dagli ospedali, possono nuocere a chi ha problemi respiratori

Profumi e fragranze fuori dalle corsie: peggiorano le condizioni di pazienti con problemi respiratori. Da questo assunto partono gli autori di un editoriale pubblicato sul “Canadian Medical Association Journal”. I medici Ken Flegel e James Martin affermano che «Ci sono molte pratiche accettate al di fuori degli ospedali, ma non dentro. Spruzzarsi profumo potrebbe essere una di queste. Negli ospedali si concentrano infatti persone con problemi respiratori che possono essere involontariamente esposte a fragranze “indossate” dal personale sanitario, dagli altri pazienti o dai visitatori - ricordano i due medici - Questo ha come unico effetto l’aggravarsi delle loro condizioni».
Si stima che una persona su 20 sia affetta da allergia da profumi e il numero sarebbe destinato a crescere. Le fragranze possono anche provocare emicranie e interferire con il desiderio sessuale. Per questi motivi «gli ospedali dovrebbero adottare una politica uniforme, promuovendo la sicurezza di pazienti, staff e visitatori. Aspettando che questo accada, le singole strutture dovrebbero prendere l’iniziativa, soprattutto negli spazi dove i malati suscettibili sono in attesa» di cure, concludono Flegel e Martin.


© RIPRODUZIONE RISERVATA