Notizie Flash

Calabrò (Ap): nel Def stoppati ulteriori tagli alla sanità, ma i servizi restano a rischio

«Nulla di nuovo nel Def per quanto riguarda la sanità. Il rapporto decrescente spesa sanitaria e Pil e il contributo richiesto alle Regioni nel risanamento dei conti, che rischia di rendere sempre più difficile l'erogazione dei servizi sanitari, non consentono sonni tranquilli». Lo afferma Raffaele Calabrò, capogruppo Ap in Commissione Affari sociali della Camera secondo cui «va dato atto al ministro della Salute di avere stoppato ulteriori tagli». La sanità, tuttavia, accanto alla riduzione di sprechi, secondo Calabrò «ha bisogno di maggiori risorse per potere continuare a garantire prestazioni innovative e farmaci sempre più costosi, oltre a migliorare i livelli di qualità dell'assistenza sanitaria su tutto il territorio.
Ci aspettiamo che la legge distabilità ci dia maggiori certezze economiche almeno per quel che riguarda la spesa del personale e l'ediliziasanitaria. Vi sono realtà regionali che attendono da anni finanziamenti per poter colmare un gap strutturale e tecnologico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA