Sentenze

Cassazione: il dentista ha l’obbligo di controllare le cure precedenti

Il dentista non può limitarsi a svolgere correttamente le cure odontoiatriche di sua competenza, deve anche accertarsi che otturazioni, estrazioni, devitalizzazioni e qualunque altro intervento fatto in precedenza al paziente da un altro professionista, siano stati eseguiti correttamente. Altrimenti il camice bianco dovrà risarcire al paziente i costi per ripristinare la situazione alla quale ha messo mano, anche se si è attenuto alle buone prassi mediche. Lo ha precisato la Cassazione con la sentenza 22 giugno 2015 n. 12871.

Sanità24

Sanità24 fornisce l’informazione quotidiana più autorevole di taglio economico e normativo dedicata ai temi della sanità.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?