1. Dal Governo

    Schillaci: prevenibile il 40% dei tumori e il 50% dei decessi oncologici, rafforzeremo la comunicazione sui corretti stili di vita

    di Radiocor Plus

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Così il titolare della Salute nell'annunciare che «la prevenzione e la cura del cancro sono in cima alle priorità del ministero della Salute», a commento della mozione unitaria approvata all’unanimità alla Camera dei Deputati, che in 28 punti impegna il Governo tra l'altro a dare cogenza al nuovo Piano oncologico nazionale in linea con la programmazione Ue e a coinvolgere le associazioni pazienti

    Aggiungi ai Preferiti
  2. — Analisi

    di Alessandro Miani *

    Medicina e Ricerca

    Di smog si muore, è tempo di agire

    di Alessandro Miani *

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    L’Italia è tra i Paesi europei che devono compiere i più netti progressi per l’attuazione della "Zero Pollution Strategy" europea, che sottende la revisione delle Linee Guida per la Qualità dell’Aria presentate dalla Commissione Europea lo scorso ottobre per allinearsi alle più stringenti direttive Oms, utilizzando al meglio i fondi del Pnrr per invertire rapidamente la rotta con un’attenta strategia di allocazione delle risorse e verifica in corso dei risultati prodotti da azioni specifiche in grado d’impattare sui temi Salute, Ambiente e Cambiamenti Climatici

    Aggiungi ai Preferiti
  3. Europa e Mondo

    Emergenze sanitarie: diventa operativa la rete europea dei laboratori Hera

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Per la commissaria europea alla Salute , Stella Kyriakides, la rete rafforzerà la capacità dell'Ue di raccogliere e condividere dati, di valutare meglio le minacce sanitarie emergenti e di individuare contromisure mediche efficaci, migliorando al contempo la collaborazione a livello europeo e mondiale

    Aggiungi ai Preferiti
  4. Dal Governo

    Aran: ai nastri di partenza le trattative per il rinnovo del contratto dei medici

    di Radiocor Plus

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Si apriranno domani con le convocazioni dei sindacati in Aran, le trattative per il rinnovo del Ccnl 2019-2022 dell'area dirigenziale della Sanità. Il rinnovo riguarda 120mila medici e 14mila dirigenti sanitari. Naddeo, presidente Aran: "Auspico tempi brevi per dare risposte ai medici del Ssn"

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Aziende e Regioni

    Covid: -17,6% ricoveri complessivi e -20,8% nelle terapie intensive

    di Radiocor Plus

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    È maggiore il calo registrato nei pazienti ricoverati "per Covid", ovvero con insufficienza respiratoria o polmonite, un dato -23% effetto anche della diminuzione dei contagi nella popolazione. L’81% dei pazienti è vaccinato da più di sei mesi, con una età media di 69 anni, nella gran parte affetto da altre patologie

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Medicina e Ricerca

    Ricerca clinica, ogni anno benefici dagli studi per 40mila pazienti

    di Francesco Cognetti *, Paolo Corradini **, Saverio Cinieri ***, Pasquale Perrone Filardi ****

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    L’Italia, dopo lunghi ritardi, si è finalmente adeguata alla normativa comunitaria, grazie ai quattro decreti firmati dal ministro della Salute il 30 gennaio 2023. Sono stati ridotti a 40 i Comitati etici territoriali, garantendo l’indipendenza degli studi e l’assenza di conflitti di interesse. Un cambiamento epocale negli studi clinici, che vede il nostro Paese in linea con quanto previsto in Europa

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Lavoro e Professione

    Ex Inpdap e quota A: come si calcola la pensione

    di Claudio Testuzza

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    La quota A identifica quella parte di pensione, calcolata secondo il sistema retributivo, relativa alle anzianità contributive maturate dal lavoratore sino al 31 dicembre 1992, cioè prima dell'entrata in vigore della Legge Amato (Dlgs 503/1992) con la quale il legislatore ha cambiato le regole di calcolo della pensione retributiva. Legge 965/65 Allegato A

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Aziende e Regioni

    Malattie rare/ Nel 6° Rapporto Ossfor un'Italia che "va" ma disparità tra Regioni. Su 130 "orfani" autorizzati nell'Ue disponibili 122 di cui l'80% in regime Ssn. La spesa è l'8% di quella per tutti i farmaci con Umbria ed E.Romagna al top

    di B. Gob.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    In termini di accesso "nazionale" l'Italia è seconda solo alla Germania. Dall’analisi dei tempi mediani entro cui i Ssr rendono disponibili ai pazienti i farmaci orfani emerge che nel periodo 2016-2021 le Regioni italiane hanno impiegato mediamente 113 giorni. Tempi più lunghi e meno farmaci rispetto alla media nazionale in Molise, Valle d’Aosta, PA Trento e Basilicata

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Lavoro e Professione

    Medicina generale, l'Atto d'indirizzo 2019-2021 pronto per la Sisac. Il Mmg resta "convenzionato"

    di B. Gob.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Lo stato di agitazione e tanto più lo sciopero che era stato ventilato sembrano fantasmi lontani, mentre la nuova convenzione si avvicina con la promessa di aumenti del 3,78% e si ragiona dell'avvio del nuovo "accordo" 2022-2024. La "musica" resta dolce anche sul fronte del rapporto con il Ssn che almeno per il momento e una volta ancora, malgrado il Dm 77, le case di comunità e nel complesso tutta la riorganizzazione delle cure primarie disposta dal Pnrr, resterà da "liberi professionisti. Il testo dell'Atto di indirizzo

    Aggiungi ai Preferiti
  10. Dal Governo

    Inail, nel 2022 +25,9% infortuni ma calano del 10,7% i decessi. Malattie professionali in aumento del 9,9%

    di Radiocor Plus

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Il deciso aumento delle denunce di infortunio nel complesso secondo l'Inail è dovuto in parte al più alto numero di denunce di infortunio da Covid-19 e in parte alla crescita degli infortuni "tradizionali" sia sul lavoro sia in itinere. Il calo dei decessi è da attribuire al "notevole minor peso delle morti da contagio", a cui si contrappone però il contestuale incremento dei decessi in itinere

    Aggiungi ai Preferiti
  11. Aziende e Regioni

    Analisi degli accessi in Pronto soccorso in pandemia, il "best paper" del 2022 assegnato dalla rivista Medicina al Gemelli

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    «I risultati di questo studio – commenta Francesco Franceschi direttore Uoc Medicina d’Urgenza e Pronto soccorso e senior author dello studio - dimostrano ancora una volta il fortissimo impatto che ha avuto il Covid-19 sulla popolazione generale, determinando non solo un elevato numero di contagi e di ricoveri, ma anche una riduzione del ricorso al sistema dell’emergenza-urgenza per tutte le altre patologie potenzialmente fatali»

    Aggiungi ai Preferiti
  12. Dal Governo

    Sperimentazioni cliniche: Schillaci firma i decreti sui comitati etici

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Con la firma dei quattro decreti si compie un passo decisivo verso la piena implementazione del Regolamento europeo 536/2014 in materia di sperimentazioni cliniche e si dà un grande impulso alla ricerca sanitaria che, oltre a consentire di avere maggiore disponibilità di alternative terapeutiche, costituisce un volano per la crescita socioeconomica

    Aggiungi ai Preferiti
  13. Europa e Mondo

    Covid/ Oms, 13,1 mld dosi vaccino somministrate a tre anni da inizio pandemia. "Vicini a una svolta" ma mantenere mitigazione

    di B. Gob.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Secondo il Dg Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus il mondo è in una situazione migliore rispetto a un anno fa quando era nel picco della trasmissione di Omicron, ma ancora si contano oltre 170.000 decessi correlati al Covid, segnalati a livello globale nelle ultime otto settimane. Inoltre, la sorveglianza e il sequenziamento genetico sono diminuiti a livello globale, rendendo più difficile rintracciare varianti note e rilevarne di nuove

    Aggiungi ai Preferiti
  14. Aziende e Regioni

    Biotestamento, dichiarazioni al palo: a 5 anni dalla legge solo lo 0,4% degli italiani ha depositato le Dat

    di Red. San.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    L'indagine dell'Associazione Luca Coscioni rivela: solo 185.500 persone hanno depositato le disposizioni anticipate di trattamento. Un vuoto determinato innanzitutto dalla mancanza di conoscenza dello strumento entrato in vigore esattamente cinque anni fa, il 31 gennaio del 2018. A questo link tutti i dati per comune e provincia di tutte le Regioni. Un video e il numero bianco dedicato. L'INDAGINE

    Aggiungi ai Preferiti
  15. Lavoro e Professione

    Violenza ai sanitari: Federsanità e Simeu consegnano all'Osservatorio una raccolta di buone pratiche

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    L'obiettivo è quello di fornire un contributo informativo sullo stato dell’arte coinvolgendo azienda sanitarie e ospedaliere raccogliendo quanto da loro realizzato non solo in tema di “prevenzione” dalle aggressioni ma anche di “recupero” alla professione per gli operatori sanitari che avessero subito aggressioni e/o minacce

    Aggiungi ai Preferiti
  16. Medicina e Ricerca

    Alimentazione e rischio cerebrovascolare: Alice accende i riflettori sul ruolo dell'omocisteina

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Può succedere che in caso di particolari patologie, di mutazione del gene Mthfr o di diete sbilanciate si verifichi un incremento dei valori plasmatici di omocisteina che, oltre a costituire un fattore di rischio per le patologie cerebro-cardiovascolari, è associato anche all’insorgenza di malattie neurodegenerative e fragilità ossea

    Aggiungi ai Preferiti