1. Imprese e Mercato

    Biomedicali a rischio hacker: Deloitte lancia l’allarme sulla cyber security

    di Ernesto Diffidenti

    Uno studio condotto su 24 strutture ospedaliere pubbliche e private in Olanda, Italia, Svizzera, Israele, Germania, Lussemburgo, Repubblica Ceca, Sud Africa e Grecia, rileva i punti deboli delle connessioni alla rete Internet

    Aggiungi ai Preferiti
  2. — Analisi

    di Leonardo Maisano

  3. In Parlamento

    Settimana in Parlamento: fari puntati su Concorrenza e Risk

    Il Ddl sulla Concorrenza sbarca in aula al Senato dal 12 luglio e il Ddl Risk continua il suo iter da mercoledì 28 alla Commissione Igiene e Sanità. E poi Legge europea 2015-16 e norme per il contrasto alla povertà. Sono questi gli appuntamenti in agenda della prossima settimana parlamentare

    Aggiungi ai Preferiti
  4. Lavoro e Professione

    Autorizzazione apertura studi odontoiatrici: l’odontoiatria scrive alla ministra della Salute

    di Cao-Fnom

    Il Documento “Requisiti minimi di qualità e sicurezza richiesti per l’autorizzazione all'apertura e all'esercizio delle strutture sanitarie deputate all'erogazione di prestazioni dontostomatologiche”, oggetto dell’intesa del 9 giugno in Stato-Regioni, non è stato condiviso con la professione. Per questo gli Stati Generali dell'Odontoiatria hanno deliberato l’uscita della Commissione Albo Odontoiatri della Fnomceo e di tutte le Componenti della Professione afferenti agli Stati Generali stessi dal tavolo tecnico ministeriale in materia. L’analisi del presidente Cao Giuseppe Renzo

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Lavoro e Professione

    Irccs, ricercatori in attesa di una svolta. La proposta di Cimo

    Una proposta di inquadramento dei ricercatori negli Irccs pubblici che prevede una stabilizzazione a medio-lungo termine e una durata del percorso variabile da 10 a 15 anni in base alla qualità dell'attività di ricerca nella “piramide” strutturata su tre livelli. È l’iniziativa portata da Cimo al tavolo del ministero del 22 giugno, convocato per risolvere le criticità del precariato dei ricercatori negli Irccs pubblici

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Dal Governo

    Corte dei conti: ancora ampi margini per la spending review, sfoltire gli enti della Pa

    di Roberto Turno (da Il Sole 24 Ore di oggi)

    Nel tradizionale giudizio di parificazione del bilancio dello Stato del 2015, la Corte dei conti ribadisce le perplessità già espresse di recente nel «Rapporto di coordinamento della finanza pubblica», a partire dagli errori e dagli effetti negativi dei tagli lineari

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Lavoro e Professione

    Città della salute di Torino, Anaao: «No alla svalorizzazione del lavoro medico»

    di Anaao Assomed

    Laurea in medicina e abilitazione, ma senza specializzazione e pagati al massimo ribasso. Il sogno delle Regioni si è realizzato nel bando emanato dall'Azienda Città della salute di Torino per reperire medici che effettuino guardie interdivisionali nei 4 ospedali dell'Aso di riferimento regionale. Il periodo da coprire (alcuni giorni di luglio e agosto) è come al solito indotto dalla difficoltà di rispettare la normativa sui riposi e quella, di rango costituzionale, sulle ferie

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Dal Governo

    Ecco i nuovi Lea aggiornati da Lorenzin e inviati alle Regioni. Impatto complessivo: 771,8 milioni

    di B. Gob.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Esclusiva. Trentanove pagine di testo generale che, in 63 articoli, mandano in soffitta il Dpcm del 29 novembre 2001 e dettano così i criteri per i nuovi Livelli essenziali di assistenza. Il testo inviato dalla ministra della Salute alle Regioni, che Sanità24 è in grado di anticipare, si articola nei 3 “rami classici” “prevenzione collettiva”, “assistenza distrettuale” e assistenza ospedaliera” e contiene rispetto al decreto che abroga, una serie di novità. In gran parte già previste nella prima bozza di inizio febbraio 2015. Tutti i testi

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Farmaci, nuova Governance con la Legge di Stabilità. Pressing di Farmindustria, il Governo conferma il varo per fine anno
    Dal Governo

    Farmaci, nuova Governance con la Legge di Stabilità. Pressing di Farmindustria, il Governo conferma il varo per fine anno

    «La voglia d'Italia non è mai stata così forte come adesso, noi vogliamo continuare a credere nel Paese», ma «adesso ci aspettiamo che la governance arrivi presto, esattamente come il premier Matteo Renzile la ministra Beatrice Lorenzin l'hanno prospettata ai Ceo mondiali delle industrie farmaceutiche qui in Italia». Lo ha detto oggi all’Assemblea di Farmindustria il presidente Massimo Scaccabarozzi. E il Governo conferma che la riforma ci sarà. Entro l’anno con la Manovra 2017

    Aggiungi ai Preferiti
  10. Ddl art. 22, Bonaccini scrive a Lorenzin: «non recepite le due proposte prioritarie per le Regioni»
    Dal Governo

    Ddl art. 22, Bonaccini scrive a Lorenzin: «non recepite le due proposte prioritarie per le Regioni»

    di Rosanna Magnano

    Sul Ddl ex art. 22 del Patto per la Salute sulla gestione e sviluppo delle risorse umane, la Conferenza delle Regioni ha oggi respinto ufficialmente al mittente il documento di sintesi presentato dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzinnel corso della riunione del tavolo politico del 15 giugno scorso. E dal presidente della Conferenza Stefano Bonaccini è in partenza una lettera per la ministra

    Aggiungi ai Preferiti
  11. Imprese e Mercato

    Industria farmaceutica: produzione, export, investimenti da record

    di Roberto Turno

    Produzione al top a quota 30 miliardi col 4,8% nel giro di dodici mesi. L'export al record storico di 21,8 miliardi con una nuova impennata del +4,5 per cento. Gli investimenti in ricerca e sviluppo e nella produzione a quota 2,6 miliardi con un balzo in avanti del 4,6%m massimo livello da dieci anni. L'occupazione in crescita del 2,5% con altri 6.100 addetti. Sono i primati dell’industria farmaceutica, rilanciati oggi in occasione dell'annuale assemblea di Farmindustria

    Aggiungi ai Preferiti
  12. Lavoro e Professione

    Competenze, riparte il dialogo al ministero tra medici e infermieri

    Riparte il dialogo tra medici e infermieri sul “comma 566” della legge di Stabilità 2015, che tanti dissapori e bracci di ferro ha creato tra due categorie quotidianamente affiancate. Dissapori - con i camici bianchi che avocano a sé l’esclusività dell’atto medico - che hanno portato a oltre un anno di guerra fredda, congelando anche l’approvazione dell’Accordo Stato-Regioni sulle sei nuove aree d’intervento specialistico del nursing, già preventivate in sede europea. Leggi il servizio su Il Sole-24Ore Sanità

    Aggiungi ai Preferiti