1. Europa e Mondo

    La denuncia Oms: morbillo record in Europa con 41mila contagi (2.029 in Italia)

    di Ernesto Diffidenti

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Per l'Organizzazione mondiale della sanità si tratta «di un numero record che supera tutti i casi registrati in 12 mesi negli ultimi 10 anni». L'Unione europea «preoccupata» per i casi italiani, francesi e greci, rilancia i vaccini: «Sono un atto di solidarietà»

    Aggiungi ai Preferiti
  2. — Analisi

    di Gianmaria Martini * e Giorgio Vittadini**

    Aziende e Regioni

    Come misurare le performance in sanità

    di Gianmaria Martini * e Giorgio Vittadini**

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Senza diffondere tra la popolazione una adeguata informazione sulla classifica degli ospedali migliori e peggiori, basata su indicatori precisi di performance, non si può pensare ad una concorrenza tra ospedali, in un contesto come quello italiano di prezzi amministrati

    Aggiungi ai Preferiti
  3. Farmaci: la shortlist inglese delle medicine che hanno scritto la storia
    Europa e Mondo

    Farmaci: la shortlist inglese delle medicine che hanno scritto la storia

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Uno studio realizzato occasione del settantennale del servizio sanitario britannico mette in evidenza il ruolo del vaccino per il morbillo, degli antibiotici dalla seconda alla quarta generazione, i contraccettivi orali, gli antipsicotici, i beta bloccanti, il tamoxifen per i tumori del seno, gli immunosoppressori per i trapianti e gli antiretrovirali per l'Hiv.

    Aggiungi ai Preferiti
  4. In Parlamento

    Vaccini, ecco come sarà l'obbligo flessibile nel Ddl Lega-M5S. I presidi: «A settembre resta la legge Lorenzin»

    di Barbara Gobbi

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Esclusiva. Ecco i contenuti del testo del Ddl M5S-Lega pensato dai parlamentari di maggioranza per mandare in soffitta la legge Lorenzin. Restano multe ed esclusione da scuola solo in casi eccezionali, scompare ogni lista di vaccinazioni da fare, si punta sulla prevenzione, si vincolano risorse del Fsn per le Regioni e crescono i soldi per l'Anagrafe. I presidi Anp ribadiscono la linea: «L'autocertificazione non vale più». Il testo

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Puglia, sui vaccinati verifiche telematiche
    Aziende e Regioni

    Puglia, sui vaccinati verifiche telematiche

    di Vincenzo Rutigliano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    I dirigenti scolastici che si collegano con Giava possono visualizzare il diario vaccinale disponibile per i nati dopo il 2002. «In Puglia non abbiamo bisogno di autocertificazioni. L'unico problema- osserva Fabiano Amati, presidente della commissione regionale Bilancio – è l'iniziativa del governo giallo-verde di prorogare l’obbligo all’anno scolastico 2019-2020, mettendo in crisi gli ottimi risultati riscontrati nell’ultimo anno».

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Toscana/ Nasce «Care», la rete regionale d'ascolto sui percorsi sociosanitari
    Aziende e Regioni

    Toscana/ Nasce «Care», la rete regionale d'ascolto sui percorsi sociosanitari

    scritto da Chiara Bini

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    La nuova realtà, rivolta ai pazienti e ai loro familiari, ma anche ai professionisti e associazioni, è pensata come una vera e propria rete regionale di ascolto, informazione e orientamento per rispondere alle esigenze sempre maggiori e sempre pù articolate degli utenti, ridurre le distanze tra cittadini e sistema sociosanitario regionale e contribuire ad azioni mirate di prevenzione e promozione della salute

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Dl Dignità/ Esclusi i professionisti dallo split payment per le prestazioni a favore delle Pa
    Lavoro e Professione

    Dl Dignità/ Esclusi i professionisti dallo split payment per le prestazioni a favore delle Pa

    di Roberto Caselli

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Questa previsione è stata inserita a prezzo di una complicazione a carico delle Pa che dovranno gestire di nuovo le fatture dei professionisti con modalità diverse. E non solo: come risulta proprio dal terzo comma dell’art. 12 del Dl, per il triennio 2018/2020 il costo della modifica per l’Erario è di 140 milioni; non si tratta di importi enormi, ma in una fase come questa in cui le risorse disponibili sono limitate, ci si domanda se ne valeva la pena

    Aggiungi ai Preferiti