1. — Analisi

    di Massimiliano Valerii (direttore generale Censis)

  2. Lavoro e Professione

    Dirigenza medica e sanitaria: #nonèlavoltabuona. Sciopero generale il 16 dicembre

    di Intersindacale medica, veterinaria, sanitaria

    I medici, “quelli della notte” e quelli delle fughe all'estero o in pensione, e gli altri professionisti dipendenti del SSN chiedono al Senato, insieme a riconoscimento di ruolo e dignità professionale, modifiche legislative per un contratto nuovo da assumere a strumento di garanzia della qualità dei servizi per I cittadini. In caso contrario, risponderanno con i fatti, additando Governo e Regioni, che litigano di giorno per accordarsi di notte, come responsabili dello svuotamento del diritto alla salute. A cominciare dallo Sciopero Generale del 16 dicembre, per la dignità professionale, un contratto nuovo, la sanità pubblica

    Aggiungi ai Preferiti
  3. Lavoro e Professione

    Cgil-Cisl-Uil Medici il 16 dicembre non scioperano: «Le ragioni di una scelta, ovvero la scelta della ragione»

    Cgil Cisl Uil Medici non aderiscono allo sciopero del 16 dicembre. In una nota congiunta motivano «le ragioni di una scelta, ovvero la scelta della ragione»: «Il protocollo di intesa tra governo e sindacati confederali del 30 novembre, al quale hanno dato il loro contributo anche Cgil Cisl Uil Medici, dopo sette anni di blocco contrattuale consente la riapertura della trattativa anche per i dirigenti medici e sanitari»

    Aggiungi ai Preferiti
  4. Lavoro e Professione

    Congresso Sifo, piccoli pazienti tra farmaci pediatrici troppo rari e terapie off-label

    di Ro. M.

    I farmaci per i bimbi sono una rarità. E ci sono tanti, troppi i bambini “orfani di terapia”, ovvero piccoli pazienti che rischiano di rimanere senza cure per il problema legato alla scarsità di farmaci studiati e immessi in commercio per la fascia pediatrica. Le baby-pillole sono poche perché i farmaci progettati specificamente per curare i bambini sono limitati, ma anche perché sono poche le aziende farmaceutiche che investono in studi di ricerca per approfondire gli effetti dei farmaci sui più piccoli. Il punto al Congresso Sifo in corso a Milano

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Lavoro e Professione

    Logistica dei farmaci, meno sprechi e più salute in ospedale. Iniziativa Fiaso-Sifo-Assoram

    di Andrea Vettori (Scientific director Mediserve editoria e formazione)

    Un’indagine sulla logistica farmaceutica ospedaliera, con lo scopo di fare di più e sempre meglio. A lanciare l’iniziativa è Fiaso (Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere) in collaborazione con Sifo (Società italiana di Farmacia ospedaliera e di Servizi farmaceutici delle aziende sanitarie) e Assoram (Associazione operatori commerciali e logistici), con il contributo della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Medicina e Ricerca

    Chirurgia plastica rigenerativa, le biotecnologie nella rinoplastica

    di Valerio Cervelli (direttore cattedra di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva, Università degli Studi di Roma Tor Vergata)

    È in corso a Roma l' Congresso Internazionale di Chirurgia Plastica Rigenerativa in cui saranno presentati gli ultimi studi sull’utilizzo di biotecnologie nella rinoplastica, un innovativo supporto alle tecniche tradizionalmente utilizzate per la chirurgia nasale.

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Dal Governo

    50° Rapporto Censis: «Malgrado tutto la salute c’è»

    di Barbara Gobbi

    L’Italia che emerge dal blocco di marmo scolpito dal rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese, giunto alla 50ma edizione, è una realtà priva di strategia. Che “campicchia”, senza fiducia nel futuro. Un Paese che non scommette: né a livello macro - gli investimenti sono il 16,6% del Pil nel 2015, ben al di sotto della media europea del 19,5% - né tra le mura domestiche

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Medicina e Ricerca

    Anziani, l’allarme dei geriatri: 3 mln di ricoveri per terapie non revisionate e aggiustamenti fai-da-te

    di Nicola Ferrara (presidente Società Italiana di Gerontologia e Geriatria)

    Un anziano su 2 “aggiusta” da sé le terapie. Preoccupati gli esperti riuniti per il Congresso Nazionale della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg), a Napoli dal 30 novembre al 3 dicembre

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Lavoro e Professione

    Farmaci, le opzioni del nuovo Codice appalti. Progetto Sifo-Fare

    di Fausto Bartolini (direttore del Dipartimento Assistenza farmaceutica della Usl Umbria 2)

    Sifo (Società italiana di Farmacia ospedaliera e dei Servizi farmaceutici delle aziende sanitarie) e Fare (Federazione delle associazioni regionali economi e provveditori della sanità) hanno avviato il progetto «Acquisto dei farmaci e dei dispositivi medici alla luce del nuovo codice degli appalti», per riunire organizzazioni ed esperti di settore con l’obiettivo di stabilire regole condivise sulla strutturazione del ciclo dell’appalto, dalla definizione dei fabbisogni all’esecuzione dei contratti

    Aggiungi ai Preferiti
  10. In Parlamento

    «Dopo 17 anni, non sprechiamo l’occasione del nuovo Nomenclatore». L’associazione Coscioni propone un emendamento al decreto Lea

    di Filomena Gallo (segretario Associazione L. Coscioni) e Maria Teresa Agati (vicepresidente C.S.R. e dirigente Associazione L. Coscioni)

    «Dopo 17 anni, non sprechiamo l'occasione del nuovo Nomenclatore» chiede al Parlamento l’associazione Luca Coscioni, che propone un emendamento al decreto nell’ambito delle audizioni sullo Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di aggiornamento dei Lea .

    Aggiungi ai Preferiti
  11. Lavoro e Professione

    Sangue, Avis: «Stop alla burocratizzazione, spazio a programmazione e qualità»

    di Vincenzo Saturni (presidente Avis nazionale)

    Il 2017 rappresenterà per Avis – ma anche per il mondo trasfusionale e la società italiana – un importante momento di riflessione. I 90 anni che l'Associazione festeggerà non saranno infatti l'occasione per mere celebrazioni, quanto piuttosto per dialogare sui traguardi che la medicina trasfusionale ed il sistema associativo hanno raggiunto in questi decenni e sulle diverse sfide che ci attendono

    Aggiungi ai Preferiti
  12. In Parlamento

    La beffa dei Lea: arriveranno in ritardo nel 2017 e le Regioni rischiano i fondi. Dirindin (Pd): «Troppo tempo perso»

    di Roberto Turno

    Molto difficilmente i Lea entreranno in vigore dal 1 gennaio e anzi ci vorrà del tempo: anche aspettando le nuove tariffe. Non solo: le Regioni rischiano di perdere - in tutto o in parte, chi più chi meno - gli 800 mln per il 2016. Parla Nerina Dirindin (Pd), relatrice per il parere sul Dpcm al Senato: «Troppo tempo perso».

    Aggiungi ai Preferiti
  13. Lavoro e Professione

    Contratto medici, Palermo (Anaao): «Le nostre condizioni»

    di Roberto Turno (da Il Sole 24 Ore di oggi)

    «Così per noi non basta. Se con la legge di Bilancio al Senato non vengono recuperate le risorse per noi irrinunciabili e a costo zero per lo Stato, non ci sono le condizioni per fare il contratto». Se è vero che l'accordo sul pubblico impiego rappresenta una cartina di tornasole per tutti i dipendenti pubblici, i medici stanno in guardia e mantengono le loro posizioni. «Per noi, adesso, la manovra è assolutamente asfittica, un piatto di lenticchie», afferma Carlo Palermo, vice segretario nazionale Anaao, il primo sindacato dei medici Ssn

    Aggiungi ai Preferiti
  14. Dal Governo

    Un accordo da cinque miliardi per 2,8 milioni di persone. Ecco il testo

    di Gianni Trovati

    L'accordo siglato ieri da governo e sindacati sul rinnovo dei contratti nel pubblico impiego vale «quasi 5 miliardi in tre anni», come spiegato dalla ministra della Pa Marianna Madia in conferenza stampa. Va detto subito, però, che non tutte queste risorse sono aggiuntive rispetto a quelle già decise nelle ultime due manovre, e che lo sforzo in più serve soprattutto sul 2018

    Aggiungi ai Preferiti
  15. Dal Governo

    Il futuro della Sanità tra l'art. 117 al vaglio del referendum e la “bocciatura” costituzionale della riforma Madia

    di Gianfranco Rivellini

    La pronuncia costituzionale n. 251 del 25 novembre scorso rappresenta per la sua portata ermeneutica un punto di approdo definitivo, a costituzione vigente, relativamente al bilanciamento tra Stato e Regioni delle rispettive prerogative legislative e della modalità di salvaguardia del principio di “di leale collaborazione”di cui agli artt. 5 e 120 della Carta

    Aggiungi ai Preferiti