1. — Analisi

    di Giancarlo Isaia*

  2. Liste d'attesa/ Giulia Grillo: «Il nuovo Piano riporta diritto alla salute al centro del Ssn»
    Dal Governo

    Liste d'attesa/ Giulia Grillo: «Il nuovo Piano riporta diritto alla salute al centro del Ssn»

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    «Finalmente adesso avremo regole più semplici e tempi certi per le prestazioni che riportano il diritto alla Salute e quindi il cittadino al centro del sistema. Al più presto l'attivazione dell'Osservatorio». Lo dichiara il ministro della Salute, Giulia Grillo, in merito all'approvazione del nuovo Piano nazionale liste d'attesa

    Aggiungi ai Preferiti
  3. Blockchain: riflettori accesi sulla sanità
    In Parlamento

    Blockchain: riflettori accesi sulla sanità

    di Rosanna Magnano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Formazione Ecm certificata, tracciabilità della crioconservazione delle cellule staminali e una partnership con il provider globale di dati sanitari Iqvia sulla trasparenza della supply chain farmaceutica e sulla garanzia dell'inalterabilità dei trial clinici. Sono le prime tre declinazioni «sanitarie» della blockchain presentate oggi da Consulcesi Tech, divisione tecnologica del gruppo Consulcesi, alla Sala Isma del Senato nel corso dell'evento a targa M5S, organizzato dal Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato Pierpaolo Sileri.

    Aggiungi ai Preferiti
  4. Iqvia: mercato 2018 in farmacia a quota 24,4 miliardi (-1,3%), i prodotti commerciali salvano i fatturati
    Imprese e Mercato

    Iqvia: mercato 2018 in farmacia a quota 24,4 miliardi (-1,3%), i prodotti commerciali salvano i fatturati

    di Rosanna Magnano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Farmaci da banco, integratori e cosmetici «salvano» anche nel 2018 i bilanci delle farmacie. Compensando in parte gli impatti della cinghia stretta sulla spesa farmaceutica pubblica, che continua a sforbiciare il fatturato dei prodotti etici di fascia A (farmaci essenziali e per le malattie croniche il cui costo è a carico dello Stato) e C (a carico del cittadino ma con obbligo di prescrizione). I dati Iqvia

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Trust e farmacia: un incrocio pericoloso?
    Imprese e Mercato

    Trust e farmacia: un incrocio pericoloso?

    di Valerio Pandolfini *

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    La gestione provvisoria della farmacia da parte dell’erede: il quadro normativo. In attesa che – parallelamente all’affermarsi di una maggiore conoscenza e consapevolezza nell’utilizzo dell’istituto del Trust - si formi un orientamento sufficientemente consolidato e univoco in merito all’utilizzo del Trust per risolvere le fattispecie di subentro generazionale nella titolarità della farmacia, appare più rassicurante l’utilizzo di altri strumenti

    Aggiungi ai Preferiti
  6. Farmaci, più sicurezza e meno contraffazione con la tracciabilità Ue
    Imprese e Mercato

    Farmaci, più sicurezza e meno contraffazione con la tracciabilità Ue

    di Emidio Zorzella*

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Secondo l’Euipo (European Union Intellectual Property Office), la contraffazione dei farmaci ha un costo per l’industria europea di 10.2 miliardi di euro all’anno, pari al 4.4% delle vendite, con perdita di 37.700 posti di lavoro. Un fenomeno che ha implicazioni non solo economiche ma anche strettamente legate alla salute e al benessere: i medicinali falsificati possono contenere ingredienti di bassa qualità o con dosaggi sbagliati (dose eccessiva o insufficiente) e costituire quindi una grave minaccia per la salute dei cittadini. L'importanza dell’entrata in vigore, il 9 febbraio scorso, della Direttiva 2011/62/Ue Fmd

    Aggiungi ai Preferiti
  7. Camera/ Vecchietti (RBM Salute) sulla sanità integrativa: «Nel 2017 pagate  8,3 milioni di prestazioni. Rimborsato il 66% delle cure pagate dagli assicurati»
    Imprese e Mercato

    Camera/ Vecchietti (RBM Salute) sulla sanità integrativa: «Nel 2017 pagate 8,3 milioni di prestazioni. Rimborsato il 66% delle cure pagate dagli assicurati»

    di Red. San.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Solo 13 milioni di italiani (22% della popolazione) hanno accesso alla Sanità integrativa: nella Ue 14 siamo sopra solo a Grecia, Portogallo e Spagna. La proposta durante l'audizione nell'ambito dell’indagine conoscitiva sui fondi integrativi del Ssn: «Istituire un secondo pilastro sanitario universale come il Ssn per raddoppiare il diritto alla salute degli italiani». Il Report RBM-Censis 2017/2018

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Radioterapia, obsoleto il 40% dei macchinari e al Sud cure peggiori
    Medicina e Ricerca

    Radioterapia, obsoleto il 40% dei macchinari e al Sud cure peggiori

    di Rosanna Magnano

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    Attaccare i tumori con le radiazioni in modo preciso e con la dose più opportuna, per un trattamento sempre più personalizzato e proteggendo i tessuti sani. E’ la mission principale dell’innovazione nella radioterapia oncologica. Con alcuni obiettivi: minore tossicità, sicurezza, costo-efficacia e soddisfazione del paziente. Tutte carte che si possono giocare solamente con apparecchiature non più longeve di 8/10 anni. Ma oggi, si stima che circa il 40% delle macchine in dotazione dei centri italiani sia da sostituire, soprattutto nelle regioni Sud. E’ questo il dato fotografato dal report dell’Istituto per la competitività (I-Com) su “Innovazione nella radioterapia. Analisi degli impatti sul SSN in termini di qualità, organizzazione e sostenibilità di sistema”.

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Dal Governo

    Salute sessuale e riproduttiva, adolescenti e giovani da educare. Da formare anche pediatri e Mmg

    di Red.San.

    S
    24 Esclusivo per Sanità24

    La salute sessuale e riproduttiva sono ancora in buona parte sconosciute ai giovanissim e giovani, malgrado un adolescente su tre a 16-17 anni abbia già avuto un rapporto completo. I giovani vorrebbero che la formazione fosse a scuola ma affidata a educatori esperti. Picchi di scarsa conoscenza anche tra gli adulti, mentre anche a Pls e Mmg servirebbero corsi ad hoc per comunicare e informare i pazienti. Lo studio

    Aggiungi ai Preferiti