1. Imprese e Mercato

    Rc sanitaria a quota 592 milioni nel 2016. Dall’Ivass i primi dati ufficiali su premi, polizze, trend e autoassicurazione

    di Barbara Gobbi (da www.ilsole24ore.com)

    Premi per 592 milioni di euro nel 2016. Sinistri denunciati alle compagnie in calo del 20% rispetto al 2015, per un totale di 15.360. Circa 300.000 unità di personale e quasi 5mila strutture (di cui poco più di 700 pubbliche) assicurate, in netta diminuzione, queste ultime, rispetto agli anni precedenti. La fuga conclamata delle compagnie da un mercato “a macchia di leopardo”, in cui il 95% dei premi è raccolto da 13 imprese, sei delle quali estere, con la presenza di una sola compagnia italiana nel segmento delle strutture sanitarie pubbliche. Per la prima volta l'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) rende noti i dati statistici ufficiali sulla responsabilità civile sanitaria in Italia nel suo Bollettino statistico sul periodo 2010-2016

    Aggiungi ai Preferiti
  2. — Analisi

    di Carla Collicelli

  3. Imprese e Mercato

    Rc sanitaria/ Dai premi al «loss ratio»: le imprese si raccontano

    di Ania (Associazione nazionale delle imprese assicuratrici)

    Per svolgere il compito di coprire i rischi altrui un assicuratore li deve conoscere o, perlomeno, prevedere con precisione. Ma, nella responsabilità civile medica, questa indispensabile base statistica finora mancava. I risultati completi della prima rilevazione sul mercato assicurativo condotta dall'Ania - che ha richiesto, elaborato e riconciliato i dati con l’Ivass - sono pubblicati nello specifico Focus di “Ania Trends”

    Aggiungi ai Preferiti
  4. In Parlamento

    Manovra, Marazziti (Affari sociali): «Da M5S polemiche inaspettate e infondate»

    «L’emendamento a firma mia e dell’onorevole Gelli consente ai medici di base di prescrivere farmaci innovativi per il diabete di tipo 2 e per la Bpco, per tutti i malati cronici con problemi respiratori, anziani e meno anziani. È semplicemente un miglioramento per la vita di milioni di italiani. Spero non siano contrari proprio a questo». Così il presidente della Affari sociali Mario Marazziti, in risposta all’attacco dei deputati M5S sulla prescrizione «allargata» ai Mmg

    Aggiungi ai Preferiti
  5. Lavoro e Professione

    Sciopero dei medici, la sanità pubblica si blocca per non morire

    di Rosanna Magnano

    Medici, veterinari, dirigenti sanitari del Ssn domani incrociano le braccia. Una decisione estrema e amara. Come amara è la sensazione di non essere ascoltati da chi decide delle sorti della sanità pubblica ignorando lla linfa vitale che scorre nelle corsie, il lavoro a testa bassa di migliaia di professionisti. Che in questi anni hanno continuato a operare in condizioni ai limiti del rispetto. Con i pazienti costretti a pagarne, anche loro, le conseguenze

    Aggiungi ai Preferiti
  6. In Parlamento

    Manovra/ M5S: «Governance farmaceutica al palo, fanno solo regalie»

    di MoVimento 5 Stelle

    «Il Governo è totalmente disinteressato a gestire con attenzione il settore della farmaceutica al fine di renderla più efficace e trasparente. Non bastasse, l’esecutivo utilizza le risorse del settore per fare concessioni. Come se non bastasse nel passaggio della Legge di bilancio alla Camera è stato presentato un emendamento che favorisce la prescrizione di principi attivi i cui oneri andrebbero a discapito della ricerca - nell'ambito delle sperimentazioni cliniche comparative tra farmaci oltre che per medicinali orfani e salvavita - nonché dell'informazione indipendente nel settore». Così i parlamentari M5S

    Aggiungi ai Preferiti
  7. In Parlamento

    Legge di Bilancio/ Cittadinanzattiva-Tdm: bonus per tutti meno che per il Ssn. Su superticket misura insufficiente

    «L’approvazione dell'emendamento presentato alla Camera dei deputati volto ad incrementare i livelli di finanziamento del Ssn attraverso la variazione delle accise sui tabacchi diventa indispensabile: ammontano a 11,5 miliardi di euro i tagli al finanziamento programmato della sanità pubblica attuati negli anni 2015-2018 e certificate dalla Corte dei Conti». Così Tonino Aceti coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva

    Aggiungi ai Preferiti
  8. Dal Governo

    Città nemiche della salute, il G7 lancia l'Health city manager

    di Rosanna Magnano (da Ilsole24ore.com)

    Un Health city manager che coordini le politiche per la salute nelle città, attività fisica e sport per adulti e bambini, diritto per ogni cittadino a una vita sana e integrata; educazione e informazione sanitaria, soprattutto nelle scuole. E incentivi mirati alle imprese che fanno della responsabilità sociale il proprio mantra. Sono queste alcune delle 15 priorità dell’«Urban health Rome declaration», siglata oggi dalla ministra della salute Beatrice Lorenzin e dal sindaco Antonio Decaro, presidente dell’Anci, nel corso del side event del G7 Salute a presidenza italiana «Health in cities»

    Aggiungi ai Preferiti
  9. Medicina e Ricerca

    Fibrillazione atriale, ne soffre un anziano su 12. Con la prevenzione risparmi per 152 mln

    di Ernesto Diffidenti

    Presentato oggi al ministero della Salute il “Progetto Fai: la fibrillazione atriale in Italia”, finanziato dal Centro per il controllo delle malattie del ministero, con il Dipartimento Neurofarba dell’Università di Firenze, la Regione Toscana e l’Istituto di neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche

    Aggiungi ai Preferiti
  10. Dal Governo

    Il treno della manovra passa e la governance farmaceutica resta a terra, ultimo appello di Farmindustria e Assogenerici

    di Rosanna Magnano

    L’industria del Pharma made in Italy chiede con forza che Governo e Parlamento utilizzino la chance della legge di bilancio per varare le nuove regole della governance. A scendere in campo per lanciare un ultimo allarme sono Farmindustria e Assogenerici. Melazzini (Aifa): «La speranza ancora c’è. Tavolo al lavoro sul payback. Serve semplificazione»

    Aggiungi ai Preferiti
  11. In Parlamento

    Manovra/ La Affari sociali rilancia la tassa sul fumo e la piramide dei ricercatori. Debutta il registro sulle Dat. Per la sanità 1 mld in più

    di Barbara Gobbi

    La commissione Affari sociali della Camera corre ai ripari sulla manovra “leggera” per la sanità, licenziata dal Senato. La XII ha infatti approvato una serie di emendamenti che rispondono almeno in parte alle richieste avanzate dai medici e dalle Regioni. Gli emendamenti approvati dalla XII

    Aggiungi ai Preferiti
  12. Sentenze

    La cronicità, il Consiglio di Stato e le scelte lombarde

    di Guido Marinoni (Vice segretario regionale Fimmg Lombardia)

    La notizia della decisione del Consiglio di Stato di non sospendere l’iter del progetto di presa in carico dei paziente cronici in Lombardia non può esimerci da alcune riflessioni, anche critiche, sull'attuazione della riforma. Diamo per scontati il nodo critico della sostenibilità economica, del resto presente in generale nel nostro servizio sanitario fondato sulla fiscalità generale. Ma, pur riconoscendo che la Lombardia sia stata la prima Regione ad affrontare in concreto e in una prospettiva estesa l'attuazione del Piano nazionale della cronicità, alcuni elemento critici appaiono evidenti

    Aggiungi ai Preferiti
  13. Dal Governo

    Istat, una persona su tre è a rischio povertà o esclusione sociale. Disuguaglianze in crescita

    di B.Gob.

    Il 30% delle persone, uno su tre residenti in Italia, è a rischio povertà o esclusione sociale. Lo certifica l’Istat guardando ai dati 2016, che registrano un peggioramento di oltre un punto percentuale rispetto al dato, già grave, del 28,7% registrato nell’anno precedente. Il Report “Condizioni di vita, reddito e carico fiscale delle famiglie” parla quindi di 18 milioni di persone in grave difficoltà. Il Report

    Aggiungi ai Preferiti